Marzo 2003

Noi siamo filo-americani (29/3/2003)

Noi siamo filo-americani.
Noi sentiamo gli Stati Uniti come i nostri figli,
coraggiosi ed avventati.
Noi proviamo compassione per i giovani
d'America
che a vent'anni si trovano
nel fango,
nella polvere,
sotto le bombe,
terrorizzati dalla morte,
dell'inferno della Mesopotamia.
Noi siamo filo-americani.
Per questo, siamo contro la guerra.

Sto con l'Iraq (24/3/2003)

Sto con l'Iraq.
Come l'11 settembre stavo con gli americani.
Sto con l'Iraq.
Come stavo con Belgrado.
Sto con l'Iraq.
Come stavo col Kuwait.
Sto con gli aggrediti,
contro gli aggressori.
Ecco perche' sto con l'Iraq.

Societa'dello Spettacolo (18/3/2003)

Lo Stato italiano ogni anno finanzia con soldi pubblici, un certo numero di film. Dal '94 a oggi lo Stato ha finanziato 362 pellicole, che in tutto hanno incassato 73 milioni di euro, con una perdita totale di circa 400 milioni di euro. Pensate che di 362 film finanziati, 130 non sono mai usciti (da rivista Box Office). Chi ha detto che siamo nella Seconda Repubblica: guardando a queste notizie, non siamo ancora usciti dal fascismo!

Interposizione ONU (17/3/2003)
Perche' nessun marciatore italiano per la Pace ha ancora chiesto a gran voce che l'Onu si tenga pronta ad intervenire con una Forza di Interposizione in caso di aggressione Usa all'Iraq?

Scacco all'Onu e Terza Guerra mondiale? (17/3/2003)
Se l'Onu vota no all'intervento armato in Iraq, e gli Usa attaccano, le Nazioni Unite si trovano di fronte ad un replay del pre Seconda Guerra Mondiale. Un voto negativo sarebbe motivato solo con l'assenza di prove provate sul possesso iraqueno di armi di distruzione di massa. Ma questa stessa asserzione metterebbe gli Usa nella posizione di aggressori e l'Onu nell'obbligo di intervenire come Forza di Interposizione. Se l'Onu infatti dopo aver escluso l'attacco all'Iraq, lascia che lo facciano gli Usa, denuncia la sua totale impotenza ed inutilità. A quel punto, cosa o chi impedirebbe il trascinamento in guerra di Stati come la Siria o la Libia o l'Iran, e magari anche di Russia e Cina?

STATO PEDAGOGICO (17/3/2003)

Per decenni abbiamo irriso il fascismo per il suo "demone" pedagogico: fare tanti figli, mangiare autarchico, partecipare al sabato fascista, praticare la ginnastica......Ora abbiamo la riprova empirica che il Welfare State non e' che la riedizione bonaria e "scientifica" del fascismo. Lo Stato italiano ha preso il ruolo sia del padre che della madre: non fumate, mangiate bene, guidate col casco, fate moto, non comprate copie pirata, siate casti.......Che meraviglia!

E I DIRIGENTI? (14/03/2003)
Ogni giorno scoppia uno scandalo legato alla corruzione degli operatori pubblici. La reazione istituzionale è immancabilmente: aspettiamo il verdetto del Magistrato. Viene da chiedersi perchè paghiamo centinaia di milioni l'anno i dirigenti e i presidenti (nonchè le tasse annuali per gli Ordini professionali).

E LE FORZE DELL'ORDINE? (14/03/2003)
Non passa sera che l'amena "Striscia la notizia" non denunci truffe di maghi, benzinai, riparatori, commercianti e imprenditori. Viene da chiedersi per cosa paghiamo le Forze (Forse) dell'Ordine. I vigili urbani sono troppo occupati con le multe alle auto in divieto di sosta e le licenze degli ambulanti per vedere le truffe dei benzinai? La Guardia di Finanza è troppo occupata a perseguitare i falsificatori di cassette, per accorgersi delle truffe dei maghi televisivi?

E L'AUTORITA' PER LA PRIVACY ? (14/03/2003)
Troppo occupata a regolamentare il terribile pericolo delle e-mail non richieste, per accorgersi delle telecamere collocate in ogni angolo.

I NUOVI PARROCI (5/3/2003)

Ci siamo liberati a fatica dei Parroci che ci assordavano di prediche quotidiane, su ogni aspetto della vita. Finalmente i Parroci hanno capito che le prediche sono noiose, del tutto inutili quando non controproducenti, sempre invadenti e sotto sotto autoritarie. Ora dobbiamo sorbirci ogni giorno i nuovi predicatori televisivi, piu´ fastidiosi e meno autorevoli dei Parroci. Conduttori che raccomandano la solidarietà, il cibo salubre, l'astensione del fumo, il casco in moto e la guida con le cinture di sicurezza, ci subissano di prediche che annunciano lo strisciante arrivo della nuova società eugenetica. Il nuovo totalitarismo ha il camice bianco e il sorriso bonario del conduttore tv.